Un Open quasi Closed

In questo progetto la ridistribuzione compositiva interna ha riguardato il riposizionamento delle aree funzionali interne riguardanti il living. Il progetto propone la cucina in posizione maggiormente utile per gli spostamenti verso il giardino, dotata di penisola e una molto ampia dispensa. La comunicazione diretta verso la zona pranzo crea di fatto un open space, che potrebbe essere anche eliminato inserendo una parete mobile e a scomparsa dietro la nuova libreria creata. Il tavolo della zona pranzo trova la sua collocazione in un punto dove ha lo spazio per allungarsi in caso dell’aumento del numeri dei commensali.

L’attiguo ingresso è stato dotato di un salottino da usare anche come zona lettura, che da verso la zona pranzo creando una commistione con quest’ultima. Il salotto principale prende una posizione leggermente appartata e permette una separazione percettiva dal resto del living. L’accesso alla zona notte è stato spostato, come anche la parete tra bagno e camera, che così facendo ha permesso di aumentare lo spazio. L’altro bagno è rimasto invariato, non essendoci un vantaggio effettivo per un suo spostamento. La chiusura di una porta della stanza armadio ha permesso di aumentare lo spazio attrezzabile.

Per la pavimentazione del giardino è stato riproposto nella sostanza l’attuale sedime pavimentato, ritenuto adeguato, proponendo un materiale legno-plastico per la pavimentazione, che offre ottime caratteristiche tecniche ed estetiche.

By |2018-10-26T16:05:42+00:00ottobre 26th, 2018|Residentiale|0 Comments